Quali sono i parametri da analizzare per valutare l’esattezza di un preventivo per l’installazione dei serramenti domestici

infissi

Ci accingiamo a parlare di preventivi spesa per la sostituzione o la installazione ex novo degli infissi di casa e come prima cosa vi rimandiamo ad un prospetto dei costi:

Materiale Tipo di apertura del serramento Prezzo preventivato al m
Pvc Fisso 100 – 200 €
  Vasistas 150 – 250 €
  Scorrevole 700 – 800 €
Legno Fisso 150 – 250 €
  Vasistas 250 – 350 €
  Scorrevole 800 – 900 €
Alluminio Fisso 250 – 350 €
  Vasistas 400 – 500 €
  Scorrevole 1.100 – 1.300 €

Vi poniamo una domanda: credete che si tratti di un preventivo di acquisto e montaggio esaustivo?

La risposta è no, e ve ne spieghiamo i motivi.

È vero che esso ci permette di capire che tipologia che stiamo per inserire tra infissi in pvc, legno e alluminio, la modalità di apertura selezionata e il costo al metro quadro, ma non ci dice se quelli indicati sono prezzi onnicomprensivi o meno.

Detto in altri termini: se pago tra i 150 e i 250 euro al mq per un infisso in legno piuttosto che 400-500 al metro quadro per uno in alluminio con vasistas, in queste cifre è compresa anche l’iva?

E le spese di trasporto e montaggio sono già incluse?

Noi crediamo tendenzialmente di no, ma proprio perché si tratta di una deduzione, vi consigliamo di affidarvi e fidarvi solo di aziende e fabbriche produttrici che realizzano preventivi chiari, che non riportino solo le spese totali ma che indichino anche i corrispettivi dovuti per ogni singola voce.

E dunque: non solo le già citate iva, trasporto e montaggio, ma anche la cifra degli eventuali lavori in muratura che dovessero rendersi necessari, le spese per maniglie, guarnizioni, e ferramentistica varia (in particolare se opzionale e di tipo speciale), i costi aggiuntivi per il trasporto al piano, le eventuali offerte che dovessero essere proposte (magari per ordini cospicui), etc.

Da non sottovalutare poi il fatto che un preventivo per serramenti ben fatto dovrebbe contenere anche una breve descrizione dell’intervento che ci si accinge a realizzare, le motivazioni della scelta di un prodotto piuttosto che di un altro e, fondamentale, i dati dell’impresa.

E qui apriamo una parentesi in merito: per valutare correttamente un’azienda bisogna analizzare alcuni aspetti:

  • se si tratta di un produttore o di un rivenditore: il primo conosce a menadito pregi e difetti dell’articolo in questione, il secondo consente una scelta più ampia e nella maggior parte dei casi plurimarca
  • gli anni di esperienza e i progetti realizzati: si tratta di due voci interconnesse dal momento che, se in linea di principio maggiore è l’esperienza maggiore è pure la sicurezza che la fabbrica o azienda infonde nel committente, è vero pure che a dover orientare una scelta è la qualità piuttosto che la quantità, il che significa che ditte che si sono occupate di installazioni in contesti residenziali di pregio, magari caratterizzati da classi energetiche elevate e da soluzioni innovative dal punto di vista dell’impatto ambientale, vantano un bagaglio, e quindi una credibilità e affidabilità, maggiore rispetto a piccole aziende che si sono occupate sempre e solo di installazioni marginali eseguite secondo vecchi metodi e concezioni (poi di solito progetti di un certo pregio e rilevanza vengono mostrati con orgoglio dalle aziende, e questo rappresenta un altro elemento cui attingere per capire se il preventivo predisposto per il montaggio degli infissi sia o meno valido e ben fatto)
  • il numero di dipendenti dell’azienda: questo permette di avere un’idea approssimativa sulle tempistiche di realizzo dell’intervento.

Tutto questo in virtù del fatto che, per selezionare il preventivo più adatto alle proprie esigenze, il fattore economico non è l’unico a doverci guidare.

Altri due suggerimenti vogliamo darvi in merito alla correttezza e convenienza di un preventivo per l’installazione di porte e finestre:

  1. il sopralluogo: per avere un’idea quanto più possibile chiara e veritiera delle cifre necessarie per la sostituzione degli infissi di casa è indispensabile che l’azienda alla quale ci si rivolge per un preventivo di spesa sia disposta ad una verifica in loco (e gratuita) per approntare un progetto ad hoc (che impedisca di trovarsi con incognite costose e non preventivate, come lavori murari che dovessero rendersi necessari)
  2. il confronto: è buona abitudine richiedere sempre più preventivi infissi, in modo da valutare non solo il prezzo di mercato degli articoli, ma anche la manodopera e il materiale accessorio; l’unico accorgimento è di confrontare voci uguali o per lo meno simili, perché non avrebbe senso paragonare infissi dalle prestazioni scadenti (magari privi di taglio termico, in caso di infissi in alluminio, o con sola monocamera) con altri altamente performanti (magari con doppi o tripli vetri o con vetri basso-emissivi), perché è chiaro che i primi costeranno (e renderanno) meno dei secondi!