Stracotto di manzo al vino rosso, lunga cottura

stracotto al vino rosso

Lo stracotto di manzo al vino rosso è un piatto tipicamente invernale che scalda l’ambiente con il suo inebriante profumo durante tutte le sue lunghissime ore di cottura. Generalmente viene accompagnato in tavola dal purè di patate o dalla polenta fatta in casa. I tagli di vitello più adatti a questo tipo di cottura sono quelle più ricche di tessuto connettivo, come le guance.  Il segreto per renderlo un piatto succulento è comunque quello di lasciare marinare a lungo la carne. L’ideale potrebbe essere quella di prepararla subito dopo cena e lasciarla riposare in frigo, coperta, fino al pomeriggio seguente o comunque, per un minimo di 12 ore prima di metterla a cuocere.

Prima di fornirvi la ricetta originale dello stracotto di manzo al vino rosso preferiamo darvi alcuni consigli e piccoli accorgimenti. La marinatura si consiglia di farla in un vino rosso che sia abbastanza corposo e fruttato ma, con poco tannino. L’aggiunta di verdure ed erbe aromatiche che completa il sapore. Per la cottura è bene eliminare il vino della marinatura ma, utilizzarne un altro, conservando però le verdure e gli aromi. Se necessario è anche possibile aggiungere qualche mestolo di brodo, a piacimento.

Ricetta completa e dettagliata dello stracotto al vino rosso

Dosi per 4 persone:

  • 1.5 kg di vitello (guancia)
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 cipolla
  • 2 chiodi di garofano
  • ½ spicchio d’aglio
  • 0.75 cl di vino rosso
  • Sale, quanto basta
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • Bordo di carne, quanto basta

Preparazione:

Tagliare la carne dividendo le guance in due ed eliminando eventuali parti di mucosa. Spezzettare le verdure, mondate, grossolanamente. Disporre la carne in un ampia ciotola, unitamente al vino rosso per lo stracotto, alle verdure ed agli aromi. Coprire il tutto con il vino rosso, lasciandone da parte due bicchieri circa. Coprire il tutto con la pellicola e lasciare riposare in frigo per 12 ore, almeno.

Una volta terminata la marinatura scaldate l’olio in una pentole. Fate scolare la carne e le verdure marinate, unendo queste ultime all’olio per farle rosolare. Unite in seguito la carne e lasciatela rosolare uniformemente. Sfumare con il vino rosso lasciato da parte in precedenza e coprire il tutto con un coperchio. Lasciare cuocere per ¾ ore, sino a che la carne sarà morbidissima. Se necessario potrete unire qualche mestolo di brodo, onde evitare che la carni si attacchi al fondo della padella. Regolatevi da soli con il sale, in base ai vostri gusti. Togliete la carne dai fornelli, lasciandola comunque in caldo. Frullate il fondo di cottura per ottenere una salsa densa e saporita, prima di servire.